D-MANNOSIO PER I BAMBINI, NUOVO STUDIO DIMOSTRA CHE È EFFICACE

Efficace e privo di effetti collaterali, il D-Mannosio è un ottimo rimedio per prevenire le infezioni urinarie nei bambini.

Le infezioni urinarie sono piuttosto frequenti nei bambini e rappresentano una causa comune di febbre. Si stima che, all’età di 6 anni, due maschietti e otto bimbe su 100 ne abbiano sofferto almeno una volta, e purtroppo per alcuni bambini le infezioni sono ricorrenti.

In questi casi occorre anzitutto verificare che non sussistano malformazioni o disfunzioni delle vie urinarie. È utile poi regolarizzare l’intestino nel caso il bambino soffra di stipsi, e insegnargli a svuotare regolarmente la vescica, senza aspettare troppo a lungo tra una minzione e l’altra.

In linea generale la profilassi antibiotica è sconsigliata da molti pediatri, a causa degli effetti collaterali – primo fra tutti l’alterazione del microbiota, che a sua volta ha ripercussioni negative sull’intero organismo – e della possibile comparsa di batteri resistenti. Ma in alcuni casi, soprattutto quelli in cui le infezioni sono complicate dalla presenza di anomalie a carico delle vie urinarie, sembra inevitabile.

Ma lo è veramente?

Secondo uno studio da poco uscito sulla rivista Archives of Pediatrics, forse esiste un’alternativa migliore per prevenire le infezioni urinarie nei bambini: il D-Mannosio.

Il D-Mannosio è uno zucchero di origine naturale (si estrae dalla corteccia di betulle e larici, ed è presente in piccola quantità in alcuni frutti e ortaggi) che, al contrario di altri zuccheri, non viene metabolizzato dall’organismo: dopo l’assunzione, nel giro di poco tempo viene espulso così com’è attraverso l’urina. Ed è proprio qui, nell’urina, che esercita la sua azione: intrappola i batteri, impedendo loro di aderire alle pareti della vescica e quindi di provocare infezione, e facendo in modo che vengano semplicemente eliminati quando si urina.

Il lavoro di cui vogliamo parlare è stato condotto presso l’ospedale pediatrico di Birmingham, in Gran Bretagna, ed è il primo a testare l’uso del D-Mannosio nei bambini. Anche se si tratta di un piccolo studio (hanno partecipato solo 11 bambini), i risultati sono molto interessanti. Soprattutto perché tutti i piccoli pazienti (ragazzini tra i 6 e i 17 anni) avevano situazioni mediche complesse (anomalie anatomiche o funzionali delle vie urinarie, trapianto di reni, ecc.) che li portavano a soffrire di infezioni urinarie ricorrenti. Tutti erano sotto profilassi antibiotica per prevenire le infezioni urinarie, e ciononostante erano soggetti a frequenti recidive; tre ragazzini inoltre avevano nelle urine ceppi di Escherichia coli resistente a diversi antibiotici.

Considerando l’inefficacia degli antibiotici e il rischio che il loro utilizzo facesse ulteriormente aumentare i batteri resistenti, i pediatri hanno deciso di interrompere la profilassi antibiotica e sostituirla con D-Mannosio, dopo averlo provato essi stessi per verificare che non presentasse effetti collaterali e che il sapore fosse accettabile. Il D-Mannosio è stato somministrato due volte al giorno al dosaggio di 250 mg per i bambini di età inferiore ai 12 anni, e di 500 mg per quelli di età superiore ai 12 anni.

d-mannosio e bambini

Ebbene, nonostante le serie situazioni dei piccoli pazienti, il D-Mannosio ha dato ottimi risultati: nei 5 mesi successivi i ragazzi hanno avuto in media la metà delle recidive rispetto ai 5 mesi precedenti al trattamento! Solo in tre casi si è ritenuto opportuno ricominciare la profilassi antibiotica. E, sulla base della nostra esperienza, possiamo dire che probabilmente si sarebbero potuti ottenere risultati ancora migliori somministrando il D-Mannosio tre o quattro volte al giorno.

La sostituzione della profilassi antibiotica con il D-Mannosio ha avuto anche un’altra importante conseguenza: quella di ridurre l’antibiotico-resistenza. I ceppi di E. coli resistente agli antibiotici sono infatti diminuiti da 6 a 1.

Per finire, non è stato osservato nessun effetto collaterale degno di nota, solo un paziente ha lamentato feci leggermente molli.

Gli autori concludono con queste parole:

Questo studio dimostra che il D-Mannosio risponde alla richiesta di alternative agli antibiotici, efficaci e più sicure, per la prevenzione delle infezioni urinarie nei bambini. Il D-Mannosio è sicuro: si tratta di uno zucchero semplice che si trova nella frutta. È efficace: nel nostro gruppo di pazienti ha ridotto significativamente il tasso di infezioni urinarie. Ed è molto ben accettato: l’unico effetto collaterale sono state feci molli in un solo bambino. […] L’utilizzo di D-Mannosio in pazienti pediatrici con condizioni urologiche complesse riduce il bisogno di profilassi antibiotiche prolungate, e potrebbe diminuire la colonizzazione da parte di batteri multiresistenti.”

Un bellissimo risultato!

Dato il successo di questo studio, gli autori hanno in programma di continuare la sperimentazione su un gruppo più numeroso di bambini, confrontando l’efficacia del D-Mannosio con quella degli antibiotici.

D-Mannosio e bambini, in pratica

Per aiutare i tuoi bambini a prevenire le infezioni urinarie puoi provare UROGYN, l’integratore NutraLabs a base di D-Mannosio. Il D-Mannosio ha naturalmente un sapore gradevole e le compresse di UROGYN possono essere sciolte in bocca o masticate. Si possono anche spezzare per dividere il dosaggio.

Consigliamo di assumere UROGYN tre volte al giorno. Il dosaggio dipende dall’età e dal peso del tuo bambino: senti il parere del pediatra!

IMPORTANTE: Ogni tipo di parere è sempre espresso nei termini dell’energetica dei sistemi viventi e non dovrà mai essere ritenuto una diagnosi e non dovrà mai essere considerato un parere medico. Il presente documento non è prescrizione medica ma contiene una serie di suggerimenti di ordine naturopatico. In caso di patologie accertate, prima di intraprendere qualsiasi trattamento, è sempre doveroso rivolgersi ad un medico.

Leave a Reply