PREVENZIONE DELLA CISTITE RICORRENTE: SERVE UN PROGRAMMA PROLUNGATO

Il programma che noi di NutraLabs proponiamo per la prevenzione della cistite ricorrente ha una durata di 6 mesi. Potresti chiederti se è davvero necessario un tempo così prolungato. Abbiamo chiesto direttamente al Naturopata Milo Manfredini, ideatore del programma di integrazione, di approfondire questo argomento.

“Sì, io credo che per la prevenzione della cistite ricorrente sia indispensabile un’integrazione prolungata, e lo sostengo da molto tempo. Uno dei motivi che mi spingono a consigliare alle mie clienti di assumere gli integratori specifici LINK per almeno 6 mesi è che questo è il tempo che il rivestimento della vescica impiega per rigenerarsi completamente, e quindi per risolvere complicazioni come il deterioramento dei glicosaminoglicani e le colonie batteriche intracellulari.

Ma questo non è l’unico motivo. Di recente mi è capitato di leggere un interessante articolo scientifico che non solo mi dà ragione, ma aggiunge una motivazione ulteriore a quelle di cui già ero convinto.”

Di cosa si tratta?

“Di una ricerca condotta presso l’ospedale universitario di Rostov sul Don (Russia) tra il 2016 e il 2017, e pubblicata a luglio 2020. Vi hanno partecipato 169 donne con una storia di cistiti ricorrenti. Al momento dello studio nessuna delle pazienti presentava sintomi, ma tutte avevano leucociti (cioè globuli bianchi) nelle urine. Questo è sintomo di infiammazione, ed è già significativo osservare che spesso, tra un episodio di cistite e l’altro, quando sembra che tutto vada bene, in realtà nelle vie urinarie è presente questa infiammazione silenziosa.

I ricercatori hanno sottoposto le pazienti a urinocoltura, e hanno trovato che 4 su 10 avevano nelle urine batteri che normalmente causano cistite, come Escherichia coli o Klebsiella. Ancora più interessante, in diversi casi la concentrazione di batteri era molto bassa, dell’ordine di 100 UFC/ml. Si tratta di quantità di batteri che i medici considerano trascurabili e che di norma non vengono neppure segnalate dai laboratori di analisi.”

prevenzione cistite ricorrente programma 6 mesi

Cosa significa tutto questo?

“Che chi soffre di cistite ricorrente spesso ha batteri patogeni nelle urine anche quando non ha un episodio acuto in corso e si sente bene. Inoltre non è detto che questi batteri vengano evidenziati dalle analisi delle urine, perché potrebbero essere in quantità minime. Eppure sono sufficienti per creare uno stato di infiammazione cronica della vescica, il quale senza dubbio può facilitare la comparsa di successivi episodi di cistite.”

Cosa fare, dunque?

“In questi casi se noi trattiamo solo l’episodio acuto non risolviamo nulla! O meglio abbiamo solo un sollievo temporaneo. Per eliminare questi batteri silenti e la relativa infiammazione è necessario proseguire l’integrazione nutraceutica per tempi lunghi, e anche quando ci si sente bene. Questa è l’unica via per risolvere il problema alla radice, in modo che la prevenzione della cistite ricorrente sia davvero efficace.”

Ecco perché se cerchi la migliore prevenzione della cistite ricorrente ti consigliamo di provare il nostro programma di integrazione nutraceutica! Se non l’hai ancora fatto, leggi con attenzione la Guida e inizia subito!

Se già stai seguendo il programma continua con fiducia fino alla fine, e anche se ti senti bene non cedere alla tentazione di fermarti. Questo è l’unico modo per raggiungere un equilibrio stabile e fare in modo che, anche una volta interrotta l’integrazione, le cistiti non si ripresentino più.

IMPORTANTE: Ogni tipo di parere è sempre espresso nei termini dell’energetica dei sistemi viventi e non dovrà mai essere ritenuto una diagnosi e non dovrà mai essere considerato un parere medico. Il presente documento non è prescrizione medica ma contiene una serie di suggerimenti di ordine naturopatico. In caso di patologie accertate, prima di intraprendere qualsiasi trattamento, è sempre doveroso rivolgersi ad un medico.

Leave a Reply